Quirinale, Prodi: “non sono disponibile”

Romano Prodi sviluppo del mezzogiorno

“Se si parla di indisponibilità” ad una rielezione del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, “ne ha un’altra, la mia. Non ho l’età, come cantava Gigliola Cinquetti: nel senso però che ne ho troppa, quasi 82 anni. E poi sono stato un uomo di parte, e in fondo lo sono ancora”.

Lo dice RomanoProdi, in un’intervista al ‘Corriere della Sera’. “Credo che su Mattarella -aggiunge- influiranno la sua volontà e gli eventi. Personalmente lo sento il mio Presidente della Repubblica. Mi rende tranquillo e credo che renda tranquilla l’Italia”.

“Pensavo che nel momento in cui cercava di mettere ordine nel suo magma di stato nascente, il M5S sarebbe imploso. Invece, è uscita solo una minoranza estremista: è possibile che coloro che sono rimasti trovino una coerenza e un equilibrio interni”, con Giuseppe Conte.

“Il cane pastore dei Cinquestelle è lui”. Lo dice Romano Prodi in un’intervista al ‘Corriere della Sera.Quanto alle esitazioni dell’ex premier, “i cani pastore -ricorda il professore- girano, vanno da una pecora, poi dall’altra. Ne mordono qualcuna riluttante al garretto per portarla dove c’è l’erba verde. E poi, quelle riluttanti sono già andate via: per ora meno del previsto, in realtà”. affaritaliani.it

Condividi