Torino, vaccinazioni anche al museo del Castello di Rivoli

Castello di Rivoli

Dal 29 aprile 2021 sarà possibile vaccinarsi al Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, in provincia di Torino. Primo museo d’arte contemporanea al mondo che destina sale espositive a sede vaccinale. Il giovedì, venerdì e sabato dalle ore 10 alle ore 16 nelle sale della mostra di Claudia Comte al terzo piano del Museo verranno somministrati i vaccini anti Covid-19.

Il Castello di Rivoli in collaborazione con la Città di Rivoli e l’Asl To3 ha definito un progetto-pilota per destinare il Museo a sede per le vaccinazioni a sostegno del Piano Nazionale di Vaccinazione Covid-19 in sinergia con ‘Cultura Italiae’ che aveva proposto la riapertura dei luoghi della cultura quali nuovi presidi a tutela della salute dei cittadini. Il Castello di Rivoli è il primo museo d’arte contemporanea al mondo che destina sale espositive a sede vaccinale.

In occasione delle vaccinazioni, l’artista ha creato appositamente una nuova opera sonora che sarà diffusa negli spazi a partire dal 29 aprile. Durante la permanenza nelle sale che ospitano la sede vaccinale, i vaccinandi potranno ascoltare l’opera sonora ‘The Pattern That Connects’, 2021 composta dall’artista con la collaborazione di Egon Elliut.

Vaccinazioni al Castello di Rivoli, l’assessore ringrazia

Vittoria Poggio, assessore alla Cultura, Turismo e Commercio della Regione Piemonte, esprime il suo ringraziamento a nome della Giunta regionale “per avere deciso di mettere a disposizione della popolazione il Museo d’Arte Contemporanea come centro vaccinale” e aggiunge: “Continuiamo a costruire cultura con impegno e visione, nella speranza che si possa tornare presto a riaprire tutti gli spazi museali in sicurezza”.  ASKANEWS

Condividi