UE: via libera a 4 miliardi di aiuti per AirFrance-Klm

AirFrance-Klm

AirFrance-Klm annuncia il via libera dalla Ue a una ricapitalizzazione da 4 miliardi di euro da parte dello stato francese per sostenere la compagnia aerea colpita dalla crisi Covid. L’operazione si struttura in un miliardo di euro di ricapitalizzazione da parte dello stato francese e di 3 miliardi di prestito convertito in obbligazioni. Contemporaneramento, lo stato Olandese sta avviando trattive con Bruxelles per ulteriori misure di rafforzamento di Klm.

“L’annuncio di oggi dimostra sia il forte impegno dello Stato francese, che il rinnovato sostegno dello Stato olandese per aiutare il Gruppo a superare questa pandemia e questa crisi – ha affermato Anne-Marie Couderc, presidente del consiglio di amministrazione di Air France-KLM -. L’impegno del nostro partner di lunga data China Eastern Airlines a partecipare al il prossimo aumento di capitale evidenzia inoltre una risoluta fiducia nei punti di forza e prospettive del gruppo Air France-Klm”.

“Queste prime misure di ricapitalizzazione sono una tappa importante per il nostro Gruppo, in questo periodo eccezionalmente impegnativo – ha aggiunto Benjamin Smith, ceo del gruppo Air France -Klm -. Forniranno ad Air France-Klm maggiore stabilità per andare avanti quando inizierà la ripresa, in scia ai progressi della vaccinazione su larga scala in tutto il mondo e la riapertura delle frontiere. Garantire che Air France-KLM mantenga una traiettoria finanziaria sostenibile è fondamentale per realizzare il nostro piano strategico, continuare l’esecuzione dei nostri piani di trasformazione presso il Gruppo e le nostre compagnie aeree. Vorrei ringraziare i nostri dipendenti per il loro impegno e la loro responsabilità durante questa crisi. Continueremo a lavorare insieme per promuovere nuove efficienze, mentre cercheremo di ridurre i costi unitari, emergendo più forti quando l’industria rimbalzerà, con l’ambizione di raggiungere la leadership del trasporto aereo a livello europeo”.

“Questo è un passo molto importante per il gruppo Air France-Klm e Air France”, ha commentato in una nota il vettore olandese Klm.”Dopo il supporto nel 2020 dallo Stato francese ad Air France e dallo Stato olandese a Klm – aggiunge la nota -, ciò rafforza ulteriormente la base finanziaria del gruppo. Rafforzamento necessario dato l’enorme impatto negativo del Covid-19 sul trasporo aereo”.

“Col tempo – conclude la nota -, anche KLM avrà bisogno di capitali. A tal fine lo Stato olandese è in trattative con Bruxelles, Air France -Klm, Klm e altre parti interessate. Finché queste discussioni sono in corso, Klm non commenterà lo stato di avanzamento di questi colloqui”.

AirFrance-Klm, sulla base dei risultati di gennaio e feabbraio, stima per il primo trimestre un utile oeprativo negativo di 1,3 miliardi di euro e un Ebitda negativo per 750 milioni di euro. I risultati di gennaio e febbracio, aggiunge la compagnia aerea, sono stati comunque migliori rispetto alla attese. Anche la spesa in conto capitale è stata del 10% inferiore alle stime che, si legge nella nota “riflette l’efficace controllo del management sul Capex, consentendo al gruppo di avere 8,8 miliardi di liquidità e linee di credito disponibili al 28 febbraio scorso”.  ASKANEWS

Condividi