Migranti, maxi rissa nel Cpa di Monastir: 5 rimpatri

Monastir
foto castedduonline.it

Per i cinque algerini, considerati tra i più facinorosi, è stato ottenuto il nulla osta dell’Autorità Giudiziaria, per il trasferimento da Monastir a Macomer

CAGLIARI, 06 MAR – Avevano partecipato alla maxi rissa scoppiata all’interno del centro di accoglienza di Monastir (Cagliari) nella notte tra il 27 e il 28 febbraio scorso ed erano stati denunciati insieme ad altri 10 connazionali. Cinque dei 15 algerini coinvolti negli scontri sono stati trasferiti dal centro di accoglienza di Monastir al quello di Permanenza e Rimpatrio di Macomer.

Dopo la denuncia gli esperti dell’Ufficio Immigrazione della Questura hanno avviato accertamenti per far scattare per le persone coinvolte nella rissa ulteriori provvedimenti. Per i cinque, considerati tra i più facinorosi, è stato ottenuto il nulla osta dell’Autorità Giudiziaria, per il trasferimento a Macomer e per il successivo rimpatrio in Algeria.

Altri due migranti di 30 e 35 anni ospiti del centro di accoglienza di Monastir sono stati arrestati dalla squadra mobile perché rientrati in Italia nonostante nel 2019 gli fosse stato vietato di tornare in Italia prima di tre anni. (ANSA)

Erano 15 i migranti algerini ospiti del Cpa di Monastir che hanno partecipato al mega scontro senza esclusioni di colpi e sono stati denunciati dalla polizia per rissa e lesioni. Si sono fronteggiati  due gruppi di 8 e 5 persone, per futili motivi ed è degenerata fino all’utilizzo di oggetti atti a offendere reperiti sul posto.

L’immediato intervento del funzionario di turno della questura di Cagliari, Silvia Pisano, che ha coordinato i militari del IX Battaglione dei carabinieri e del personale della polizia di Stato, già impegnati nei servizi di vigilanza presso la struttura, ha riportato in breve tempo la calma e ha impedito conseguenze ben peggiori.

Tre feriti nella rissa a Monastir, uno grave

Tre persone sono state trasportate in ospedale per aver subito delle lesioni, due delle quali in modo lieve, una invece in codice rosso, con ferite da taglio al volto e alla testa. Le tredici persone sono state tutte denunciate dalla polizia di Stato per rissa e lesioni.

A questi si aggiungono altri due algerini denunciati sempre per rissa e lesioni, per un episodio analogo accaduto la sera prima. Ora saranno gli esperti dell’Ufficio Immigrazione della Questura a valutare la posizione dei 15 stranieri per l’adozione di ulteriori provvedimenti amministrativi nei loro confronti. (Luciano Onnis – www.lanuovasardegna.it)

Condividi