NWO, prof Viglione: media e politici sono le armi della finanza sovra-nazionale

L’anti-trinità che si coagula e dissolve
Dinanzi a tutto quanto sta accadendo oggi, finalmente le persone più intelligenti e libere – le due qualità sono nient’affatto collegate e conseguenziali – possono iniziare a capire che liberalismo, comunismo e nazional-socialismo sono tre realtà distinte di un’unica sostanza.
L’anti-trinità infera e ctonica che ha dichiarato guerra alla Trinità divina e celeste.
Come Crono divorava i suoi figli, così la Rivoluzione li ha prima generati e ora li divora per lasciare solo Zeus, ovvero la sintesi di tutto.

Lo strumento di questa dialettica è la finanza sovra e anti-nazionale, l’arma per eccellenza sono i media e i politici, lo scopo il Nuovo Ordine Mondiale.
Che sarà nella sua essenza concreta per l’appunto liberale, comunista e pure nazista.
Ma con una sorprendente differenziazione finale.
Diffidate di chi continua a distinguerli, a catalogarli, a separarli. Finora in parte è stato certamente così, ma oggi, e nell’immediato futuro, li vedremo tutti insieme coagulati e dissolti a creare il Nuovo Uomo della Nuova Era, quello della Rivoluzione antropologica in corso.
“Coagula e dissolvi”, “pars destruens e pars costruens”, per chi non avesse ancora capito…
Questa è la più grande sfida mentale che si pone dinanzi all’uomo retto, cristiano, tradizionale. E temo che, purtroppo, la più gran parte di costoro perderanno questa sfida mentale, come oggi già appare palesemente.

La Cina è il prototipo di tutto questo: comunismo, capitalismo di Stato, genetica nazista, produttivismo schiavistico, conquista del mondo. Gli USA del Deep State appena trionfante ne devono essere i padrini mondiali. L’Europa il primo campo di battaglia da annientare, con l’Italia in primis per ovvie ragioni.
Ma nemmeno la Cina e il Deep State statunitense e mondiale sono la meta finale, ma solo strumento di questa meta.
Tutta la Rivoluzione è stata, è e sarà – per quel poco che ne rimane ancora – strumento di questa meta.
Chi ancora indugia su ciascuno dei tre elementi dell’anti-trinità infera e ctonica, ha perduto la sua battaglia intellettuale.

Chi vuole capire, deve avere il coraggio di seguire la realtà delle cose per come ci si presenta oggi a tutti noi.
Chi vuole restare libero, e quindi intelligente, deve staccarsi per sempre da liberalismo, comunismo, nazional-socialismo, deve capire cosa sia realmente la finanza, e ritrovare nelle radici della civiltà cristiana premoderna l’unica possibilità di salvezza.
Ma quella civiltà fondava le sue radici nel Vangelo di Gesù Cristo e in parte nella classicità greco-romana e nella dinamica della legge naturale delle cose: ovvero, in tutto ciò che oggi questo mondo odia e combatte.
Questo vuol dire che l’uomo libero e intelligente, oggi, non può che essere odiato e combattuto.
Per questo deve capire che è in guerra e deve prepararsi alla guerra, se vuole salvare se stesso, i suoi cari, l’umanità in quanto tale, la civiltà e la Tradizione. E la Chiesa stessa contro i suoi stessi uomini odierni.

Dobbiamo avere il coraggio di capire e di seguire chi ha veramente capito (gli altri sono già divenuti, quasi sempre inconsapevolmente, schiavi di Zeus), se vogliamo restare figli di Dio e quindi uomini liberi e veri.

Massimo Viglione

Condividi