Coronavirus, “fondi UE al laboratorio di Wuhan, inaccettabile”

“La Cina ha nascosto la verità sull’origine del Coronavirus, malattie simili erano in circolazione già durante l’autunno 2019 nell’istituto di virologia di Wuhan e il regime di Pechino continua a nascondere informazioni di estrema importanza per combattere la pandemia. A dirlo non è la Lega, ma documenti ufficiali del Dipartimento di Stato americano, che evidenziano dettagli inquietanti sulla condotta tenuta dalla Cina e sul ruolo del laboratorio di Wuhan, lo stesso istituto che da anni riceve decine di migliaia di euro dei cittadini europei in finanziamenti da Bruxelles”.

Lo afferma Marco Campomenosi, capo delegazione della Lega al Parlamento europeo. “Secondo il dossier Usa, il laboratorio, che si presenta a scopi civili, avrebbe persino collaborato -ricorda l’esponente del Carroccio- con ricerche e progetti segreti militari cinesi. Perché questo istituto dovrebbe percepire fondi Ue? Pechino ha a lungo impedito di far luce sulla vicenda, boicottando indagini ufficiali e inchieste giornalistiche, mentre la missione Oms arriva con un anno di ritardo. Alla luce di questi elementi, stride l’atteggiamento Ue, che ha dato risposte vaghe e lacunose all’interrogazione della Lega sui fondi Ue per Wuhan”.

“E’ inaccettabile e i cittadini devono sapere la verità. La pandemia ha provocato milioni di vittime e danni incalcolabili, serve la massima trasparenza a tutti i livelli: le istituzioni europee la smettano di far finta di nulla”.

Covid, Pompeo: ricercatori laboratorio Wuhan ammalati nell’autunno 2019

Covid, Pompeo: ricercatori laboratorio Wuhan ammalati nell’autunno 2019

Condividi