Covid, Pompeo: ricercatori laboratorio Wuhan ammalati nell’autunno 2019

“Pechino continua ancora oggi a nascondere informazioni vitali di cui gli scienziati hanno bisogno per proteggere il mondo da questo virus mortale e dal prossimo”. Lo ha dichiarato il segretario di Stato americano, Mike Pompeo, esortando il governo di Pechino a consentire “un’indagine trasparente” da parte degli esperti dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) a Wuhan.

Secondo Pompeo, malattie con sintomi simili a quelli del Covid-19 circolavano già nell’autunno del 2019 tra il personale del Wuhan Institute of Virology, la città cinese in cui il virus è stato rilevato per la prima volta ora.

“Il governo degli Stati Uniti ha motivo di credere che diversi ricercatori” che lavoravano al Wuhan Institute of Virology si siano “ammalati nell’autunno del 2019, prima che fosse identificato il primo caso, con sintomi compatibili con quelli del Covid-19 e delle comuni malattie stagionali”, ha dichiarato il segretario di Stato, esortando il team dell’Oms a “fare pressioni sul governo cinese” su queste “nuove informazioni”. (affaritaliani.it)

Coronavirus, Montagnier: “manipolazione umana, lavoro da apprendisti stregoni”

Coronavirus, Montagnier: “manipolazione umana, lavoro da apprendisti stregoni”

Condividi