Bergoglio: i vaccini sono “luci di speranza”

Le scoperte dei vaccini sono “luci di speranza” se sono “a disposizione di tutti”. Lo ha detto il Papa nella benedizione Urbi et Orbi chiedendo di evitare che “le leggi di mercato e dei brevetti siano sopra le leggi della salute e dell’umanità”.
Il Papa invita a pensare che “il dolore e il male non sono l’ultima parola.”

“Rassegnarsi alle violenze e alle ingiustizie vorrebbe dire rifiutare la gioia e la speranza del Natale. In questo giorno di festa – ha detto nella benedizione Urbi et Orbi – rivolgo un pensiero particolare a quanti non si lasciano sopraffare dalle circostanze avverse, ma si adoperano per portare speranza, conforto e aiuto, soccorrendo chi soffre e accompagnando chi è solo”. “Il mio pensiero va in questo momento alle famiglie: a quelle che oggi non possono ricongiungersi, come pure a quelle che sono costrette a stare in casa”, ha concluso.  ANSA

Condividi

 

One thought on “Bergoglio: i vaccini sono “luci di speranza”

  1. Credevo che le “luci di Speranza” riferite da un Papa cattolico indicassero la nascita di Gesù Salvatore e non ad un vaccino sperimentale con gravi controindicazioni, vaccino luce del ministro Speranza e della multinazionale Pfzeir

Comments are closed.