Mes, Crimi avverte parlamentari M5s: chi vota contro si assume la responsabilità

“Siamo contrari all’utilizzo del Mes”, strumento “obsoleto e non adeguato. Questa riforma cerca di cambiare il Mes. A noi questa riforma non piace ma mentre a dicembre 2019 potevamo permetterci di dire ‘assolutamente no’ oggi siamo in un anno in cui c’è una crisi pandemica, in cui l’Ue ha dimostrato di mettere in campo strumenti nuovi. Oggi dobbiamo guardare avanti”. Lo ha detto a ‘Mezz’ora in più’ su Rai Tre il capo politico del M5S Vito Crimi.

“Questa riforma – ha sottolineato il reggente grillino – è un modo per chiudere il capitolo”. Mercoledì si vota la risoluzione in Parlamento. “Non ci saranno problemi di voto mercoledì ma se qualcuno dovesse votare diversamente in dissenso dal gruppo parlamentare si assumerà la propria responsabilità“, ha aggiunto.

“La risoluzione ideale per me sarebbe quella in cui si metta nero su bianco che il Mes non sarà utilizzato, ma siamo in una coalizione. Tuttavia – ha proseguito il reggente M5S – è pacifico che il Mes non sarà utilizzato perché la maggioranza di questo Parlamento non lo vuole”. (adnkr)

La riforma del MES è la Troika

La riforma del MES è progettata per precipitare un default dall’Italia e dalla Francia e per dare il controllo delle finanze al MES riformato, che sostituirà la Troika

Mes, “colpo di pistola alla tempia dei risparmiatori italiani”

Il Mes sarebbe un colpo di pistola a sangue freddo alla tempia dei risparmiatori italiani. Porterebbe fallimenti e disoccupazione. Video di Inriverente – Giampaolo Galli, economista del Pd

 

Condividi