Covid, Arcuri: entro settembre potremo vaccinare 60 milioni di italiani

”Se i tempi saranno rispettati penso che entro settembre potremo vaccinare fino a 60 milioni di italiani”. Lo dice il commissario straordinario all’emergenza Covid Domenico Arcuri ospite di Lucia Annunziata a ‘Mezz’ora in più’.

”Nell’ipotesi che gli istituti di certificazione europei e italiani forniranno l’autorizzazione ai sei vaccini in fase finale di sperimentazione tra la fine di gennaio 2021 e marzo 2022 avremo 202 milioni di dosi di vaccino in Italia. Quindi se la pianificazione sarà rispettata in 15 mesi avremo 202 milioni di dosi”, aggiunge, prima di ribadire che “i vaccini approvati da Ema e da Aifa saranno efficaci ed efficienti per definizione”.

Il premier Giuseppe Conte ha parlato dell’obbligo vaccinale ignorando la Costituzione il codice di Norimberga: “Quindi se noi siamo in condizione di gestire la curva del contagio, non sarà necessario imporre un TSO e fino all’ultimo cercheremo di preservare la facoltatività della vaccinazione.”

(adnkronos) Parlando della vaccinazione anti-Covid e dell’ipotesi di un’obbligatorietà, Speranza ha detto che “nei piani del governo c’è arrivare all’immunità di gregge. Partiremo con l’impostazione della volontarietà della vaccinazione. E valuteremo dove si arriverà. I cittadini sono consapevoli che il vaccino è la strada per sconfiggere questo virus, e credo che gli italiani saranno all’altezza di questa sfida”.

Al governo “toccherà fare una grande campagna, perché tutti possano avere gli elementi per essere convinti di vaccinarsi. Poi valuteremo in corso d’opera se ci sono le condizioni per raggiungere questo obiettivo con queste impostazioni”, ha aggiunto il ministro della Salute, senza escludere un eventuale ricorso all’obbligatorietà ma anche senza mai parlare di obbligo vaccinale.

Condividi