Covid, Speranza: “vaccini gratis per tutti”

Per le festività “le limitazioni previste dovranno essere rafforzate: saranno disincentivati gli spostamenti internazionali, limitati quelli tra le regioni e nei giorni di festa anche gli spostamenti tra i comuni”. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, al Senato spiegando che sarà necessario “evitare potenziali assembramenti nei luoghi di interesse turistico”, come i comprensori sciistici.

“Il vaccino sarà centralizzato edistribuito gratuitamente a tutti italiani” ha poi aggiunto il ministro: “Dentro la tempesta che ancora stiamo vivendo finalmente vediamo un approdo, abbiamo una rotta chiara verso il porto sicuro, perché appare probabile che a partire da gennaio avremo i primi vaccini e poi progressivamente saremo in grado di vaccinare un numero sempre più alto di italiani”.

I primi a ricevere i vaccini saranno gli operatori socio-sanitari, i residenti delle Rsa e gli anziani” ha proseguito Speranza, spiegando che l’Italia ha “opzionato oltre 202 milioni di dosi di vaccini, potenzialmente una quantità sufficiente per vaccinare tutti”.

“Con il prossimo Dpcm dobbiamo continuare con misure chiare e rigorose, anche per non vanificare il lavoro fatto nelle ultime settimane” ha concluso il titolare della Sanità, aggiungendo che il Governo ha intenzione di “riconfermare il modello della classificazione delle regioni per scenario e indice di rischio, ovvero quello delle regioni gialle, arancioni e rosse. Il sistema ha dato risultati che noi riteniamo soddisfacenti – ha detto – Ci stiamo confrontando sui parametri, ma l’impianto di fondo è corretto e sta funzionando. Oggi le regioni tendono verso il giallo, ma se il quadro dovesse peggiorare abbiamo un quadro pronto per misure più restrittive”.  ASKANEWS

Condividi