Svizzera: ‘Non capiamo perché l’Italia chiuda allo sci’

In Svizzera: ‘Non capiamo la decisione italiana’. Vista da dal Vallese l’Italia è molto lontana: “Non capisco perché non vogliano aprire gli impianti – spiega il presidente delle Zermatt-Bergbahnen Franz Julen – è più sicuro stare in montagna che rimanere nelle città, frequentando la metropolitana o le stazioni ferroviarie: è un peccato che non ci possa essere il collegamento con Cervinia, noi prevediamo di avere sciatori soprattutto svizzeri, ma anche europei e credo che anche gli Italiani abbiano molta voglia di montagna e di aria pura”.

Frontiera invalicabile – “Non è ancora successo, ma se qualche sciatore proveniente dalla Svizzera dovesse scavalcare la rete dobbiamo fermarlo e rimandarlo indietro”, spiega Matteo Zanetti, presidente della Cervino spa.

E mentre in Italia le piste potrebbero rimanere deserte fino a metà gennaio, dall’altra parte la crisi dello sci non esiste: “A novembre abbiamo fatto lo stesso fatturato dello scorso anno”, rileva Julen.

La parte italiana potrebbe rinunciare agli atleti nazionali – Rimasto aperto in deroga al decreto ministeriale per consentire agli atleti di interesse nazionale di allenarsi, la stazione valdostana di Breuil-Cervinia sta valutando se rinunciare anche a quei pochi passaggi che le squadre agonistiche hanno assicurato fino ad ora. “Visto che molto probabilmente a Natale non si aprirà al pubblico – spiega Zanetti – stiamo calcolando i costi e i benefici per decidere assieme alla Regione Valle d’Aosta e agli operatori economici di Cervinia se continuare a ospitare gli atleti o chiudere tutto”.

Al di qua della frontiera le prospettive sono molto diverse. “Anche se prevediamo un 25-30 per cento di passaggi in meno durante l’inverno per Natale apriremo tutti gli impianti e tutte le piste, in sicurezza: vogliamo offrire agli sciatori tutte le opportunità degli scorsi inverni, senza compromessi”, spiega Julen.

https://www.laregione.ch/svizzera/svizzera/1477023/julen-frontiera-italia-sci-zermatt

Condividi

 

One thought on “Svizzera: ‘Non capiamo perché l’Italia chiuda allo sci’

  1. Il compito di questo governo (e dell’opposizione che NON si oppone) è quello di attuare il “Grande Reset” di far fallire tutte le piccole e medie imprese, specialmente il settore turistico. Questo governo sta ordinando al gregge di pecore di buttarsi giù dal dirupo e gl’italiani da bravi, mansueti, pecoroni ubbidienti, si lanciano nel vuoto.

Comments are closed.