Nigeria: 43 contadini sgozzati da islamisti Boko Haram

MAIDUGURI – Almeno 43 contadini sono stati uccisi dai jihadisti di Boko Haram in un campo non lontano da Maiduguri, la capitale dello Stato del Borno, nel nordest della Nigeria. Lo riferiscono due responsabili di una milizia filo-governativa.
“Abbiamo trovato 43 corpi senza vita, tutti sgozzati, e sei persone gravemente ferite”, ha dichiarato Babakura Kolo, responsabili di un gruppo di autodifesa. Il bilancio è stato confermato anche da un altro miliziano. (ANSA-AFP).

Il mese scorso, 22 agricoltori erano già stati uccisi nei loro campi, situati non lontano dalla città.
“Sessanta lavoratori agricoli sono stati assunti per raccogliere il riso in questo campo. Quarantatré sono stati uccisi a colpi d’arma da fuoco e altri sei feriti ”, ha detto all’Afp un altro miliziano, Ibrahim Liman.

L’attacco è arrivato nell giorno delle elezioni per i rappresentanti regionali e i consiglieri dei 27 collegi elettorali dello stato di Borno. Questa elezione era stata rinviata molte volte dal 2008. Boko Haram, e la sua fazione rivale, il gruppo Stato islamico in Africa occidentale (Iswap), dopo aver moltiplicato gli attacchi mortali, ora controllano una parte del territorio.

Gli attacchi prendono di mira sempre più taglialegna, allevatori e pescatori perché accusati di spiare e trasmettere informazioni ai militari e alle milizie che combattono la violenza jihadista nella regione.

Condividi