New York Times: Israele dietro l’omicidio dello scienziato nucleare iraniano

Ci sarebbe Israele dietro l’assassinio dello scienziato iraniano Mohsen Fakhrizadeh: lo dicono al New York Times” un funzionario americano e altri due dirigenti dell’intelligence”. Secondo il quotidiano “non è chiaro quanto gli Usa sapessero in anticipo dell’operazione. Tuttavia i due Paesi sono strettamente alleati e da molto tempo condividono informazioni di intelligence sull’Iran”.

Una versione già ampiamente denunciata da Teheran, con il presidente iraniano Hassan Rohani che ha esplicitamente accusato Israele e gli Stati Uniti di essere responsabile dell’uccisione del capo dei programmi nucleari del ministero della Difesa iraniano. “Una volta ancora le mani spietate dell’arroganza mondiale e dell’usurpatore regime sionista come mercenario, si sono macchiate del sangue di un figlio di questa nazione”, ha affermato Rohani.

“La nazione dell’Iran è più intelligente e non cadra’ nella trappola della cospirazione tesa dai sionisti. Stanno pensando di creare il caos, ma dovrebbero sapere che abbiamo capito le loro intenzioni e non ci riusciranno”, ha concluso Rouhani in tv.   tgcom24.mediaset.it

Condividi