Restrizioni Covid, Meluzzi: “catalogo degli orrori, che mondo si sta delineando?”

Il prof. Alessandro Meluzzi commenta le restrizioni imposte con la motivazione di combattere l’epidemia da coronavirus; misure estreme che violano non solo le libertà individuali, ma anche le pareti domestiche e la sacralità del corpo umano.

“Si è aperto in queste ore in Germania un serrato dibattito su una legge molto discussa e discutibile, delineata per la protezione della popolazione, che prevede cose che in Italia sono già passate senza neanche il bisogno di una legge. Però, mentre qui tutto è affidato al volontarismo di decreti del presidente del Consiglio dei Ministri, assolutamente discutibili come realtà e come efficacia, in Germania si fa sul serio ed effettivamente quello che viene presentato in questa legge appare un catalogo degli orrori: non c’è soltanto la possibilità come in Italia di chiudere gli esercizi commerciali, di limitare la libertà di riunione, religiose, di assembramento, ma anche la rottura di quel paradigma dell’integrità del corpo attraverso la possibilità di intrusione in ambienti domestici per imporre tamponi obbligatori ed eventuali deportazioni per ragioni sanitarie.

C’è da chiedersi come una malattia che sicuramente ha un suo significato, ma che è assolutamente sproporzionato rispetto alle misure di follia che mettono in discussione almeno 200 – 300 anni di civiltà giuridica, abbia potuto affacciarsi perfino in Germania, in Europa e di riporto anche necessariamente in Italia.

E’ come se stessimo assistendo orwellianamente ad un tragico esperimento sociologico da cui deve emergere un homo sinensis, un uomo cinese, un uomo di Wuhan che viene deportato, portato via dai soldati, tamponato, monitorato, bloccato nel proprio dna, requisito con intrusioni domestiche.

Quale mondo si sta delineando? Se noi non corriamo prontamente ai ripari ci troveremo di fronte ad una distruzione della civiltà come l’abbiamo ereditata e questo per le ragioni di una psico-polizia sanitaria di cui non comprendiamo ancora completamente tutti i contorni e tutte le ragioni, ma seguiremo questo processo terribile passo passo.

Da “Fatti e disfatti”, buona serata a tutti.”

Alessandro Meluzzi – Medico Psichiatra, Psicologo, Psicoterapeuta, Criminologo. Docente Psichiatra forense. Primate Metropolita Chiesa Ortodossa Italiana

Condividi