Covid, Bassetti: “Asintomatici trattati come quelli di Chernobyl”

Matteo Bassetti, primario infettivologo al San Martino di Genova, ha ammesso di avere paura per le minacce di morte che riceve. La sua figura è stata spesso al centro delle polemiche per via delle sue frasi sul Covid. Quest’estate, per esempio, aveva parlato di virus che stava “perdendo forza” e che “era cambiato”. “Ho sempre detto che bisogna prendere tutte le precauzioni possibili. Ma ho sempre detto che bisogna convivere col virus e noi non lo stiamo facendo – si è sfogato a La Zanzara su Radio 24 -. Si continua a fare terrorismo perché il 93 per cento delle persone che sono asintomatiche o poco sintomatiche tra i contagiati vengono trattate come delle persone uscite dal reattore nucleare di Chernobyl”.

Bassetti, poi, ha criticato fortemente il modo in cui si agisce adesso: “Quello che stiamo facendo è chiudere la gente in casa, metterle in quarantena, aspettando settimane e mesi per fare i tamponi: è profondamente sbagliato”.

Secondo l’infettivologo non è possibile fermare un Paese e blindare in casa gli italiani. E sui test ha aggiunto: “Devono essere fatti sui sintomatici e sui contatti certi dei sintomatici e non su tutti”.  liberoquotidiano.it

Covid, Palù: ‘95% dei positivi è asintomatico. Basta isteria’

quello che veramente conta è sapere quante persone arrivano in terapia intensiva: è questo numero che da’ la reale dimensione della gravità

Covid, Tarro: “spiegare alla gente che il 98% dei contagiati è asintomatico”

I virologi sono pochissimi, dice Tarro, gli altri sono tuttologi che servono a poco. Il Governo dovrebbe affidarsi solo ai virologi

Covid, virologo Palù: “Asintomatico il 95% dei positivi, irrazionale inseguirli”

‘ormai abbiamo visto che Covid ha una letalità relativamente bassa: oscilla tra 0,3 e 0,4%’

Condividi