Covid, Speranza: pronti a nuove zone rosse

Nelle prossime 48 ore “vedremo i nuovi dati e se necessario ci saranno altre ordinanze”, cioè altre zone rosse o arancioni. Lo dice il ministro della Salute, Roberto Speranza. “Il Dpcm prevede che il ministro possa intervenire su una Regione, non su una Provincia. Ma sull’area metropolitana può intervenire il presidente De Luca”, aggiunge, commentando il suggerimento del consulente Walter Ricciardi di chiudere l’area metropolitana di Napoli.

Locatelli – “Continuo a pensare che esistano le condizioni per poter mantenere la situazione sotto controllo ed evitare in questa fase lo stesso impatto sulla salute dei cittadini della scorsa primavera”. Lo dice Franco Locatelli, componente del Cts, in merito all’emergenza Covid in Italia. Secondo l’esperto, “possiamo controllare la seconda ondata perché abbiamo preso misure corrette.”

Poi Locatelli rivolge un monito a chi risiede nella zona cosiddetta gialla (a rischio moderato): “Se si abbandonassero i comportamenti responsabili improntati al rispetto dei principi del distanziamento interpersonale, dell’indossare i dispositivi di protezione individuale oltre che del lavaggio frequente delle mani, non ci si metterebbe nulla a ritrovarsi in situazioni più critiche. Ecco perché è così importante sottolineare, che la pandemia da Sars-CoV-2 è un problema di tutti e alla cui soluzione ognuno di noi deve contribuire per i propri ruoli e capacità”.  tgcom24.mediaset.it

Condividi