Terrorismo, Lamorgese: “brigata franco-italiana al confine”

Francia e Italia sperimenterano un servizio di briagata mista al confine tra i due paesi. Lo ha annunciato il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese al termine di un incontro al Viminale con l’omologo francese Gerald Darmanin, sottolineando che questo progetto non nasce dopo il recente attentato compiuto in Francia da un tunisino giunto in Italia ma viene elaborato da mesi e verrà ora la luce in via sperimentale. A Bardonecchia verrà aperto un ufficio di polizia di frontiera.

Italia e francia hanno intensificato la collaborazione anche sul piano dei controlli alle frontiere comuni e abbiamo parlato di quelle che sono l’utilizzo delle brigate miste che utilizzeremo come sperimentazione per sei mesi e su cui le nostre polizie stavano lavorando da tempo e che cercheremo di rendere operative quanto prima”, ha detto Lamorgese nel punto stampa sucessivo all’incontro. “Stiamo per aprire un ufficio di polizia di frontiera a bardonecchia per cercare di cooperare in misura maggiore e sempre più efficace”, ha detto il ministro dell’Interno.

Non c’è nessun problema di sicurezza tra le nostre frontiere, abbiamo sempre lavorato insieme, abbiamo sempre fatto controlli congiunti e anche per quanto riguarda i controlli di Schengen ritengo che la strada comune intrapresa fino ad ora da diversi anni sia quella giusta perché faciliterà l’attività delle nostre attività di frontiere”, ha detto Lamorgese, precisando che la brigada mista è “un progetto che non è nato oggi al seguito degli eventi terroristi: è un’esigenza che abbiamo avvertito da più tempo tant’è che si sta lavorando da vari mesi e ora vedrà la luce in via sperimentale. Con la Francia c’è sintonia completa”.  (askanews)

Condividi