Killer Nizza, Lamorgese dà la colpa a Salvini

L’autore dell’attentato di Nizza si chiama Brahim Aoussaoui, cittadino tunisino di 21 anni. Aoussaoui era arrivato a Lampedusa lo scorso 20 settembre. Quel giorno arrivarono sull’isola siciliana una ventina di barconi con a bordo soprattutto tunisini, tra cui il terrorista. Dopo il suo arrivo, come apprende l’Adnkronos, era stato indagato per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina dalla procura di Agrigento. (Patronaggio)

Trasferito sulla nave quarantena Rhapsody arrivata al porto di Bari l’8 ottobre proveniente da Lampedusa, era stato rilasciato con un ordine di espulsione dal territorio italiano, con invito a rimpatrio. Dall’Italia avrebbe invece raggiunto la Francia in modo clandestino senza chiedere asilo. adnkronos

Ed ecco come tenta di discolparsi il ministro Lamorgese  – (askanews) Sull’attentato di Nizza “responsabilità non ce n’è da parte nostra: si parla delle nostre modifiche al decreto sicurezza, ma quei decreti anzichè creare sicurezza hanno creato insicurezza, perchè 20 mila persone sono dovute uscire dall’accoglienza da un giorno all’altro”. Così il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, in un’intervista televisiva.”Noi abbiamo cercato di tenere presente le esigenze di sicurezza del Paese, non disperdendo tutti sul territorio nazionale, facendo dei progetti mirati e affinchè restassero sotto i radar delle forze di polizia”, ha concluso la ministra.

Killer Nizza, Lamorgese: nessuna responsabilità dell’Italia perché Lampedusa è in Europa

Killer Nizza, Lamorgese: nessuna responsabilità dell’Italia perché Lampedusa è in Europa

Condividi