Chi si inginocchierà in Parlamento per i cristiani di Nizza?

di Francesco Storace – E adesso diteci chi si inginocchierà per le vittime di Nizza. Per quella donna decapitata e che ha persino avuto il tempo di mandare un messaggio d’amore ai suoi figli.
Per quei cristiani odiati e inseguiti pure in Europa. Alla Camera chi è che si metterà in ginocchio non più per le rivolte e gli scontri in America ma per l’attacco al cuore della civiltà cristiana?

La ricordiamo l’onorevole Boldrini nella sua sceneggiata parlamentare. Sempre pronta a fomentare contro il nemico politico, i nostri valori, il nostro diritto a vivere in pace. La vogliamo vedere, lei e quelli come lei, a dire basta al fondamentalismo islamico.

Si tolgano il velo, costoro, e piangano vittime che non avevano altra colpa che non essere cristiani. Noi piangiamo e preghiamo. Perché in quella Chiesa di Nizza poteva esserci ciascuno di noi. Come se fossimo entrati in una cattedrale di Roma. Avevamo la pandemia. Ora anche l’ira musulmana. L’Occidente, l’Europa, le democrazie non stiano più ferme.

Condividi