Spilamberto: 64enne scaraventata a terra e violentata, arrestato tunisino

Scaraventata a terra e violentata nell’androne di casa, fermato un 27enne. La notte tra il 2 e il 3 ottobre Spilamberto è stato teatro di un violento tentativo di stupro. Vittima una donna residente in paese, che è stata avvicinata in strada da un giovane straniero mentre stava rincasando. Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri, che hanno subito avviato le indagini sul caso, il giovane avrebbe approcciato la signora con una serie di avances, seguendola fino davanti al portone di casa. Nonostante il fermo rifiuto della vittima, lo straniero l’avrebbe afferrata, sbattendola a terra nell’androne del palazzo e poi cercando di violentarla.

La signora, una donna di 64 anni, è però riuscita a divincolarsi dalla presa e a fuggire, terrorizzata, trovando rifugio in un bar poco distante, dal quale è partito l’allarme alle forze dell’ordine.

Sul posto si sono portati i Carabinieri della Stazione di Spilamberto, che hanno raccolto le prime informazioni necessarie e avviavano le indagini. L’aggressore è stato descritto come un ragazzo di origini nordafricane, alto circa 1.75, vestito con una felpa scura. Il sopralluogo nell’androne ha poi permesso ai militari di raccogliere altri elementi, che uniti ai filmati dele telecamere di videosorveglianza presenti in zona e alla conoscenza del sottobosco criminale locale hanno poi permesso di identificare il ricercato in poche ore.

La successiva fase di rintraccio del violentatore non è però stata facile, dal momento che si trattava di un uomo senza fissa dimora. Scavando nel passato dell’autore i Carabinieri sono però riusciti ad individuare alcuni luoghi in da lui frequentati in passato. Lungo la strada per raggiungere uno di questi, nella frazione Ca’ di Sola, alle ore 18.00 di sabato il sospettato è stato rintracciato e fermato.

Si tratta di un 27enne tunisino con precedenti di polizia, dichiarato quindi in stato di fermo con l’accusa di rapina, lesioni personali e violenza sessuale e portato presso il carcere in attesa di essere sentito dall’Autorità Giudiziaria.

Nel corso delle indagini sono inoltre stati raccolti elementi a carico del giovane nordafricano su almeno un altro episodio di molestie con approccio sessuale, avvenuto a Spilamberto la notte del 6 settembre scorso, quando una 50enne e un suo amico erano stati oggetto delle attenzioni indesiderate del giovane. I Carabinieri, coordinati dalla Procura della Repubblica di Modena, stanno indagando su altri episodi di molestie avvenute in passato nella zona per capire se possano essere riconducibili allo stesso autore.

www.modenatoday.it

Condividi