Grida “Allah Akbar” e sfonda la porta: magrebino devasta il convento

Maurizio Zoppi – – “Allah Akbar” ha gridato più volte e poi ha sfondato la porta d’ingresso del convento Cuore di Gesù nel centro storico di Mazara del Vallo. Momenti di tensione e di paura nel borgo marinaro in provincia di Trapani a causa di un giovane nord africano in stato di ebbrezza che ha messo a soqquadro alcune stanze del convento.

Fortunatamente le suore che alloggiano nella struttura ecclesiastica, stavano mangiando in refettorio durante l’atto vandalico da parte del magrebino. Il ragazzo di 25 anni era seminudo, ha sfondato la porta dell’ingresso della chiesa e si è diretto al primo piano del convento. Dopo aver messo sottosopra numerose stanze dove vivono le suore, ha lanciato da una finestra del primo piano, una valigia e delle carte, facendole atterrare nell’atrio.

Il trambusto e le urla sono state notate da un cittadino di Mazara del Vallo che abita proprio di fronte al convento. L’uomo ha avvisato le forze dell’ordine facendo intervenire i carabinieri e la polizia. Nel frattempo le suore spaventate dell’accaduto si sono rifugiate fuori dal convento. Inutili i tentativi di fuga da parte del nord africano che è stato fermato dagli agenti di polizia in stato di ebbrezza e trasportato in questura.

https://www.ilgiornale.it

Condividi