Migranti, ondata di sbarchi a Lampedusa. Hotspot al collasso

sbarchi Lampedusa

E’ ripresa massiccia l’ondata di sbarchi di migranti a Lampedusa. In meno di 24 ore sono approdate sull’isola oltre 400 persone giunte sulla maggiore delle Pelagie a bordo di una ventina di imbarcazioni. L’hotspot di contrada Imbriacola è di nuovo al collasso, con oltre mille ospiti a fronte di una capienza di 192 posti.

In un post su Facebook, il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci ha attaccato le Ong “che pretendono di utilizzare i porti siciliani mentre stiamo scoppiando”, parlando di “una strafottenza senza precedenti, una volgare strumentalizzazione che capovolge la realtà: quelli che difendono i diritti umani sono accusati di razzismo; quelli che se ne fregano della salute degli ultimi, sono pronti per la canonizzazione. In un mondo così, in un mondo che va al contrario, nessuno si deve poi lamentare se la paura genera insicurezza. E di insicurezza, si sa, si alimentano i totalitarismi, non le democrazie”.

In attesa di sbarcare i migranti che ha a bordo è anche la nave Alan Kurdi, con 133 persone tra cui 62 minori. Una trentina di migranti infine sono arrivati stamani direttamente a riva, presso la spiaggia di Fungiteddri, a Torre Salsa a Siculiana (Agrigento). Lo ha comunicato l’associazione “Mareamico”. Appena arrivati i migranti sono scesi e si sono diretti, attraverso i sentieri della riserva naturale nell’entroterra, per raggiungere la strada statale 115.  ASKANEWS

Condividi