UE: 22,7 miliardi per le politiche migratorie ma regna il caos

La Commissione europea ha proposto di destinare almeno 30 miliardi di euro nel prossimo bilancio pluriennale europeo per finanziare le politiche migratorie, ma il Consiglio europeo ne ha approvati solo 22,7. Tra i nuovi progetti da finanziare ci sono le 10mila guardie costiere e di frontiera da inviare ai confini per prevenire il traffico di esseri umani.

Nel suo nuovo pacchetto normativo sulla migrazione, l’Unione europea aspira a stabilire chiari percorsi legali sia per i per i migranti economici che per i richiedenti asilo.

Secondo le associazioni umanitarie discriminare i migranti economici è molto scorretto e anche ipocrita perché i migranti svolgono un ruolo cruciale nell’agricoltura e nell’edilizia, ma alcuni governi preferiscono relegarli nell’economia sommersa.

Il nuovo patto sulla migrazione verrà presentato entro la fine di settembre, poi inizierà il suo non facile iter in tutti gli Stati membri. (euronews)

Condividi