Conte a Festa dell’Unità: governo sta ottenendo risultati mai raggiunti prima

“Il Recovery plan italiano non è in ritardo ma rispetta la tabella di marcia dell’Ue e soprattutto sarà forte e robusto ,con l’obiettivo di avviare riforme strutturali. Dunque, niente spese correnti., niente rivoli” ha detto il premier Giuseppe Conte parlando alla festa dell’Unità. “Dietro ci deve essere un progetto per il Paese anche sul fronte delle infrastrutture, del lavoro e dell’eliminazione delle diseguaglianze”, ha aggiunto ricordando che nei primi mesi del 2021 saranno definiti i progetti che entro il 15 ottobre saranno indicati per grandi linee. Quindi – ha aggiunto – ci sarà tutto il tempo per una discussione” a tutti i livelli.

“Ci stiamo amalgamando sempre di più e stiamo lavorando sempre meglio. Stiamo vivendo un’esperienza di governo che sta ottenendo risultati mai raggiunti prima in un contesto internazionale difficile” ha spiegato Conte alla Festa.

“Se ci sarà bisogno” del Mes, “lo valuteremo assieme e proporrò una soluzione al Parlamento. Esamineremo nel dibattito parlamentare, in massima trasparenza i regolamenti legati al Mes”.

“Qualche Paese sta discutendo della riduzione della quarantena, è prospettiva importante. Se dovessimo ridurre la quarantena si ridurrebbe ero anche i costi sociali ed economici” ha evidenziato il presidente del Consiglio

“Devo dire che sono stato spesso sollecitato a esprimermi su Draghi e si vuole pubblicamente creare una rivalità che non esiste. Ogni volta che ne ho parlato ho sempre detto quel che penso, sinceramente”.

Rimpasto è un termine logoro. E non e’ che se voi ne parlate tutti i giorni imponete l’agenda politica. Non funziona cosi'” ha sottolineato il premier.

“Ci potremo ritenere appagati tutti solo quando i 209 miliardi verranno spesi e non sara’ sprecato un solo euro” ha sottolineato il premier.””Ben vengano tutte le competizioni locali e territoriali, ma io ho un obbligo: portare a casa la partita” del Recovery Plan. ANSA

Condividi