Charleston: lite tra antirazzisti bianchi e neri, arriva la polizia

Attivisti BLM bianchi hanno conosciuto l’ira dei manifestanti neri a causa di una drammatica ‘rievocazione storica’ della situazione degli schiavi. Ci sono state scene furiose durante una protesta di Black Lives Matter a Charleston, nella Carolina del Sud, quando un gruppo di attivisti bianchi liberali ha fatto infuriare la controparte nera con una specie di recita che prevedeva schiavi bianchi e un proprietario nero.

L’esibizione sfortunata ha a avuto luogo nella Marion Square, dove un gruppo di difensori dei monumenti si era riunito per protestare contro l’abbattimento della statua di John C. Calhoun, un vice presidente americano accusato di essere favorevole alla schiavitù. L’incontro ha causato una contro-protesta in cui decine di attivisti di Black Lives Matter hanno cantato slogan tra cui “George Floyd” e (il monumento) “va abbattuto”.

Ma la situazione si è complicata quando diversi manifestanti di Black Lives Matter bianchi hanno sfilato davanti al monumento vestiti da schiavi incatenati, con le spalle insanguinate per essere stati frustati dal proprietario di schiavi neri che li stava guidando. Le ferite erano ovviamente un trucco scenico di cattivo gusto.

Durante la sceneggiata, il padrone nero ha rimproverato ripetutamente gli schiavi bianchi che si trascinavano lentamente intorno alla statua di Calhoun. “E se i ruoli fossero invertiti, vorresti comunque alzare la bandiera?” ha gridato uno del gruppo. Hanno anche scritto: “E se questa fosse la tua storia?”

La scena, ripresa dal giornalista locale Thomas Novelly, ha colto l’amara conseguenza dello spettacolo teatrale, mentre gli attivisti neri urlavano contro i manifestanti bianchi criticandoli per le loro buffonate.

Secondo quanto riferito, alle persone coinvolte nella manifestazione degli schiavi è stato detto di andarsene quando è scoppiata la lite tra i due gruppi, nonostante fossero apparentemente entrambi dalla stessa parte della questione.

La riunione è stata interrotta quando la polizia in tenuta antisommossa è arrivata sul luogo. Le proteste erano cominciate sulla scia di una dichiarazione del sindaco di Charleston, John Tecklenburg, che aveva annunciato la rimozione della statua di Calhoun. www.rt.com/usa

Condividi