Obama: 8 anni presidente senza fare nulla per gli afroamericani. Ora vuole cambiare l’America

Condividi

 

Le proteste che dilagano negli Stati Uniti dalla morte dell’afroamericano George Floyd, durante un fermo di polizia a Minneapolis, sono un’occasione per un “risveglio” politico, per “cambiare l’America”, nonostante il momento “tragico” e “incerto”. Così l’ex presidente Barack Obama, che ha chiesto “a ogni sindaco di questo Paese” di riformare la polizia e che, nelle prime dichiarazioni dall’inizio delle proteste, ha parlato direttamente agli afroamericani: “Le vostre vite contano”, ha detto.

Queste giornate, ha affermato, “offrono un’opportunità per lavorare tutti insieme”, per “cambiare l’America e portarla all’altezza dei suoi ideali”. “Voglio che sappiate che voi contate – ha detto l’ex presidente nel discorso in streaming durante un evento organizzato dalla My Brother’s Keeper Alliance, un programma della Obama Foundation – Voglio che sappiate che le vostre vite contano, che i vostri sogni contano”.



Obama ha parlato “direttamente ai giovani e alle giovani di colore in questo Paese che – ha proseguito – hanno assistito a troppa violenza, e troppo spesso parte di questa violenza viene da persone che avrebbero dovuto servirli e proteggerli”. Ai manifestanti pacifici ha ricordato che hanno “il potere di cambiare le cose”.  ADNKRONOS



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2020 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -