Fase 2, Sala deve fare cassa: ‘Da oggi polizia locale con multe più decise’

Sulla cosiddetta “movida”, un “problema” in comune “con tutte le città italiane”, il sindaco di Milano Beppe Sala ha deciso di effettuare, in concerto con il Prefetto del capoluogo lombardo, maggiori e più severi controlli. “Purtroppo sono stato un buon profeta arrabbiandomi prima della riapertura sulla questione Navigli – ha affermato nella sua intervista quotidianq su facebook – Capisco i ragazzi che hanno bisogno di socialità, ma così il rischio è molto elevato.”

“Ieri sera ho incontrato il Prefetto. Abbiamo definito un piano di intervento più deciso. Per cui da stasera, lato polizia locale, avremo più pattuglie e ho chiesto al capo dei vigili di procedere con più severità alle multe ma soprattutto ho chiesto al Prefetto di chiudere quei locali che sono lontanissimi dal rispetto delle regole”. Sala ha affrontato anche il tema dei mercati comunali scoperti.

“Abbiamo avuto una lunga discussione con i rappresentanti di categoria – ha detto il sindaco – perché le nuove norme portano a un impiego molto consistente di personale per monitorare il tutto. Da oggi si possono aggiungere le bancarelle dei non alimentari. Da sabato, oltre a Papiniano, Benedetto marcello, Fauché, Tabacchi, Falck e Ciccotti, si aggiungeranno Osoppo, Lagosta e Martesana e da lunedì apriranno tutti i mercati”. affaritaliani.it

 

beppe sala antifascista
Milano: in piena crisi aumento di stipendio a dirigenti del Comune

MilanoToday – “Non tutti a Milano piangono”. Musica e testo dei consiglieri comunali del Movimento 5 stelle, Patrizia Bedori e Gianluca Corrado, che martedì sera con una nota ufficiale hanno denunciato aumenti “sostanziosi a tutti i dirigenti” di palazzo Marino in piena emergenza Coronavirus. I due politici grillini non usano particolari giri di parole: “La…

Coronavirus, Sala: “Comune di Milano 400 milioni di entrate in meno”

Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, in un video messaggio ai cittadini da Palazzo Marino: “Il Comune di Milano avrà minori entrate per circa 400 milioni. I principali capitoli di spesa interessati sono i trasporti (mobilità e parcheggi), i dividendi dalle nostre partecipate e la tassa di soggiorno. Da qui bisogna ripartire e c’é un…

Milano, Sala scrive su porta di casa: qui vive un antifascista

MILANO, 26 GEN – ‘Antifa Hier’, qui vive un antifascista. È questo il senso del cartello che il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha voluto appendere fuori dalla porta di casa sua in segno di solidarietà per quanto accaduto a Mondovì, in provincia di Cuneo, dove la casa di una partigiana è stata imbrattata con…

 

Condividi