Coronavirus, Regione Lombardia chiederà 20 miliardi di danni alla Cina

La Lombardia prende le dovute misure contro Pechino. “La Regione chiederà, e in tempi brevissimi, il conto dei danni alla Repubblica Popolare Cinese” per la crisi coronavirus. A darne notizia è Paolo Grimoldi, deputato della Lega e segretario della Lega Lombarda Salvini Premier. “Siamo pronti – prosegue – a mandare all’ambasciatore cinese un acconto di richiesta danni da 20 miliardi”. Questo il succo della richiesta che il Carroccio è pronto a presentare nella prossima seduta del Consiglio regionale lombardo.

Perché, come chiarisce Grimoldi, ‘è quello che stanno facendo negli altri Stati occidentali”. Negli Usa infatti alcuni singoli Stati hanno già denunciato e chiesto danni alla Cina per le conseguenze della pandemia da Covid-19. Non solo, perché “i membri del Congresso americano propongono leggi per dare la possibilità anche ai singoli cittadini di chiedere ingenti riparazioni a Pechino, e anche Australia e Gran Bretagna si dirigono decise in questa direzione”.

Solo in Italia, che eppure è uno dei Paesi piu colpiti dal virus, tutto tace. Il motivo? Presto detto: “Sappiamo bene – conclude il leghista – che il Governo giallorosso è genuflesso a Pechino, non siamo sorpresi, ma tutto ha un limite. Per cui, in assenza dello Stato, tocca alle Regioni dare un segnale forte”.  liberoquotidiano.it

 

Seguici sul Canale Telegram https://t.me/imolaoggi
Seguici sul Social VK https://vk.com/imolaoggi