Arcivescovo di Agrigento: chi disprezza i migranti disprezza Dio

«Il cristiano è un uomo misericordioso, apre il cuore ad ogni forma di miseria e condivide la sofferenza di quanti sono succubi di scelte spesso assassine che regalano solo un vuoto di valori e di ideali. Il cristiano avvicina le persone più deboli e poveri, anche se di colore della pelle diverso dal nostro. Se io disprezzo gli immigrati, io sto disprezzando Dio. Gesù è presente nell’immigrato».

Lo ha detto l’arcivescovo di Agrigento, il cardinale Francesco Montenegro, durante il pontificale per l’Immacolata, come riportato dal giornale locale  https://agrigento.gds.it

Don Franco ha richiamato gli agrigentini al cristianesimo e al rispetto per i migranti: «La stessa devozione che ho per l’Eucarestia, la devo avere per l’uomo povero. Non posso sentire libera la coscienza se quando vedo l’immigrato lo disprezzo, se desidero che vada via perché significa disprezzare Gesù e desiderare che vada via. Di fronte alla storia quotidiana, – ha lanciato un appello – impegniamoci affinché le cose cambino. Lui ci vuole impegnati contro l’egoismo, contro la volgarità fatta di aggressività di indifferenza, di diritti dimenticati».

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

A proposito di aggressività

Preti dell’odio, “Salvini pezzo di me***. Non piangerei se morisse”

Poche e semplici parole scritte su Facebook che accompagnano un video ripreso dalla trasmissione Fuori dal coro di Mario Giordano per manifestare il proprio sconcerto. È la risposta di Matteo Salvini indirizzata a don Giorgio De Capitani, il prete lecchese di 81 anni che ai microfoni della trasmissione di Rete4 ha insultato pesantemente il leader…

carabinieri violenza sessuale
Appende la moglie all’albero e la picchia, arrestato marocchino

le ha legato attorno al collo una corda e l’ha appesa ad un albero. Ha iniziato a picchiare la donna, 42enne anche lei originaria del Marocco

mafia nigeriana arresti
Mafia nigeriana, 13 cellule operative in Italia: “una sorta di Stato dentro lo Stato”

Riti voodoo, sette segrete dalla struttura militare e inaudita ferocia che sfruttavano donne vittime di tratta e mendicanti per arricchirsi, tra pestaggi e accoltellamenti

Danneggia 12 auto, rompe vetrata di un bar e aggredisce i Cc: arrestato nigeriano

Numerose le segnalazioni alle forze dell’ordine locali da parte di vittime e testimoni dell’accaduto, che hanno poi raccontato la paura provata

Don De Capitani, il compagno prete che istiga a eliminare Salvini

“Ammazzate Salvini” non è l’uscita violenta, che sarebbe comunque grave, di qualche oppositore, o antagonista esaltato, che non sa più cosa inventarsi per dare addosso al ministro dell’Interno, ma, ancora più grave, è l’ennesima trovata di Don Giorgio De Capitani, un prete. Ne scrive Mario Giordano su La Verità di oggi, riportando un audio mandato…

Il prete che vuole uccidere Berlusconi: “Salvini e i leghisti feccia della società”

Sul suo sito internet si definisce un prete di sinistra. Una sinistra non partitica, ma “evangelica”: “Anche Cristo – scrive- è stato classista: ha privilegiato i poveri contro il sopruso dei potenti e dei ricchi. Ma non è una scelta classista solo di persone: tutti, ricchi e poveri, siamo vittime di un sistema balordo, che…

Condividi