Il sardino ‘apolitico’ in piazza per Bonaccini

La terra in Emilia Romagna scotta. Ed è qui che si concentra lo scontro politico in vista delle regionali del prossimo 26 gennaio. Qui si scontrano i principali partiti e le principali coalizioni sulla piazza ed è qui che ormai un mese fa nasceva il movimento delle Sardine. Il suo leader, Mattia Santori, gira in lungo e in largo lo stivale e in molti si chiedono quale sia la vera natura politica dei manifestanti. Se siano o meno legati al Pd e quindi al suo candidato governatore, Stefano Bonaccini.

Una prima risposta a questo interrogativo arriva oggi dalle colonne de La Stampa. “Non saremo in piazza come Sardine, sarò in piazza come Mattia. Non abbiamo mai dato indicazione di voto”. Lo spiega, in un’intervista Santori, che oggi sarà in piazza per la manifestazione a sostegno di Stefano Bonaccini, candidato del centrosinistra alla presidenza della regione Emilia Romagna. E che un po’ per paura, un po’ per scaramanzia non vuole simboli di partito a lui associati. Eletto con il Pd e sostenuto dai dem, Bonaccini non vuole che la sua appartenenza politica venga troppo sbandierata.

Voglio sapere cosa propone il centrosinistra per la mia regione – spiega Santori – e perché al momento è l’unica alternativa alla Lega e a Salvini. Ma è una scelta personale. Bonaccini parla di dati e di fatti e viene da cinque anni di buona amministrazione. Dall’altra parte ci sono solo slogan”. Questa è la frase più rilevante dell’articolo pubblicato dal giornale diretto da Maurizio Molinari.

www.ilgiornale.it

Sgarbi: le sardine scendono in piazza per odio contro Salvini

Vittorio Sgarbi: “le sardine scendono in piazza per odio contro Salvini”. Il “fascismo” di Facebook che stabilisce cosa sia buono e cosa no. Censurata la pagina dei “Pinguini”, nati in contrapposizione alle “Sardine”.

Sardina: “Se fossi in campagna elettorale da 20 anni come Salvini prenderei l’80%”

Il ruggito della sardina megalomane somiglia più al disprezzo verso il consenso ottenuto da Salvini: “Se io fossi in campagna elettorale come lui da vent’anni non avrei solo il 30% ma l’80%. Il ruggito della sardina somiglia più a un rutto di disprezzo verso il consenso ottenuto da Salvini: “Se io fossi in campagna elettorale…

Sardine mentalmente avariate

Avariate, nel senso che non hanno consapevolezza che il rispetto delle opinioni altrui deve essere garantito anche a chi non fa parte del branco

Fazio alla sardina: “Avete idee politiche?”. “Siamo nemici del populismo”

Da Fabio Fazio a Che tempo che fa su Rai 2, nella puntata di domenica 1 dicembre, il super-ospite trattato con la consueta reverenza è Mattia Santori, il leader delle sardine, il movimento nato solo ed esclusivamente per dire, in piazza, che Matteo Salvini è tutto il male del mondo. E mister sardina, che alle…

Condividi

 

Seguici sul Canale Telegram https://t.me/imolaoggi
Seguici sul Social VK https://vk.com/imolaoggi