Petizione per riaprire il caso di Chico Forti, ingiustamente condannato all’ergastolo in USA

Enrico “Chico” Forti è un cittadino italiano, padre di 3 figli, che si trova in prigione da 20 anni per un crimine che non ha commesso. Da quel giorno non ha mai smesso di dichiarare la sua innocenza. Non ci sono prove evidenti che collegano Chico alla morte di Dale Pike. Non solo la polizia diede un giudizio affrettato, ma l’accusa stessa ammise che Enrico Forti non era l’omicida. Infatti, nonostante affermarono che il truffatore tedesco, Thomas Knott, era coinvolto nell’omicidio, patteggiarono con lui accusandolo semplicemente di frode nei confronti di una persona anziana, perché Knott rubò centinaia di migliaia di dollari al padre della vittima, Anthony Pike, e Dale (la vittima)  ne era a conoscenza.
Quando il corpo di Dale Pike fu trovato sulla spiaggia a Miami, Thomas Knott spari e tentò di lasciare lo Stato. Chico entrò in contatto con la polizia per fornire informazioni, e da lì iniziò il suo calvario.
Chico non ebbe un processo equo e la polizia non fece indagini approfondite. Perfino un giurato del processo afferma che Chico non ebbe avuto un processo equo e confessò che, quando era giurato al suo processo, era un adolescente che venne costretto a votare “colpevole” anche se in verità credeva nell’innocenza di Chico.
Aiutiamo Chico Forti a ottenere giustizia.
Ricordiamoci che Sono meglio 10 colpevoli in libertà che 1 innocente in prigione”.

Condividi