Udine: richiedente asilo violenta ragazzino di 12 anni

Sembra un film dell’orrore, un bollettino di guerra in una città che alcuni fa si autodefiniva un oasi felice. Dopo la tragica cronaca di una ragazza quindicenne stuprata, segregata e picchiata da un gruppo di richiedenti asilo pakistani in un edificio abbandonato, oggi la cronaca giudiziaria svela un nuovo bruttissimo episodio.

Un ragazzo di soli 12 anni è stato avvicinato in un’area verde di via Del Bon ed è stato pesantemente molestato da un richiedente asilo afghano. Il ragazzo in preda al panico ha avvisato la madre che ha subito allertato le forze dell’ordine. L’afghano, ospite nella caserma Cavarzerani, è stato rintracciato dopo pochi minuti e denunciato a piede libero per violenza sessuale aggravata.

La gravità del fatto, a nostro avviso – scrive il giornale locale ilgiornalediudine.com – è ampificata dal fatto che, nonostante non vi era alcuna esigenza di riserbo invastigativo, la notizia è stata oscurata per settimane (il fatto è avvenuto il 12 settembre) da tutti i massmedia locali. Evidentemente la favola del mondo a colori dell”accoglienza” non doveva essere turbato da questo gravissimimo fatto. Solo dopo che è uscita la notizia dello strupro della quindicenne, la “congiura del silenzio” non ha più retto.

Condividi

 

Articoli recenti