Bergoglio: le dogane umane non piacciono a Dio

CITTA’ DEL VATICANO, 20 OTT – Dio non esclude nessuno e anche noi e tutti siamo chiamati ad uscire dai particolarismi: è il messaggio di Papa Francesco contenuto nell’omelia della messa per la Giornata Mondiale Missionaria.
“Il Signore è ostinato nel ripetere questo tutti. Sa che noi siamo testardi – ha detto il Papa – nel ripetere ‘mio’ e ‘nostro’: le mie cose, la nostra gente, la nostra comunità…, e Lui non si stanca di ripetere: ‘tutti’. Tutti, perché nessuno è escluso dal suo cuore, dalla sua salvezza; tutti, perché il nostro cuore vada oltre le dogane umane, oltre i particolarismi fondati sugli egoismi che non piacciono a Dio”.

Occorre “salire” per “compiere un esodo dal proprio io”. E’ l’invito del Papa che però chiede: “La mia strada è in salita o in arrampicamento?”. Nell’omelia della messa dedicata ai missionari il pontefice ha anche ribadito che si evangelizza “non conquistando, obbligando, facendo proseliti, ma testimoniando”. ansa

Condividi

 

Articoli recenti