Conte contro Renzi: “non abbiamo bisogno di fenomeni”

“Tutti devono partecipare con massimo impegno ai tavoli, non abbiamo bisogno di fenomeni”, e guai a “mistificare la realtà: è gravissimo”. Le ultime uscite di Matteo Renzi sulla manovra agitano il premier Giuseppe Conte, che così replica alle esternazioni del leader di Italia Viva a margine delle celebrazioni ad Assisi per San Francesco. E a chi gli pone una domanda sull’ormai celebre ‘stai sereno’, il presidente del Consiglio risponde: “Io non sto mai sereno, so di dover rispondere a 61 milioni di cittadini che hanno urgenza, come posso stare sereno? Il governo – spiega – non potrà mai fermarsi, bisogna procedere con la massima determinazione”.

“Abbiamo valutato varie proposte alternative e tutti insieme – dice poi sulla rimodulazione dell’Iva e sul presunto passo indietro sugli aumenti che Renzi accredita al suo operato – non c’è stato un solo partito o il presidente che abbia detto ‘facciamo questo’, tant’è vero che non abbiamo ancora il dettaglio delle misure da adottare”.

“Ci stiamo lavorando, il Mef, che sento tutti i giorni, e la Ragioneria dello Stato stanno lavorando su scenari che cambiano continuamente. Quindi, in questo momento cercare di immobilizzare una delle proposte fatte tra tante, e cercare di rappresentare agli italiani che è stata presa una decisione, sulla quale poi si è tornati indietro, è pura mistificazione della realtà. Bisogna stare attenti, con gli italiani non si scherza. Bisognerebbe – dice – che tutti i politici lo avessero imparato”. adnkronos

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Non abbiamo bisogno di fenomeni? Perché, lui invece che cos’è?

Giornalista si avvicina a Pompeo in difesa del Made in Italy, Conte la fa allontanare

 

Condividi