Mediterranea, capitano della Alex indagato: “Per me è una soddisfazione”

“Mi sento un uomo felice…”. Il capitano della Alex, Tommaso Stella, 46enne milano, non si cura troppo di essere indagato. Come per Carola Rackete, la comandante della Sea Watch 3, considera il procedimento penale una sorta di medaglia d’onore. “Anche queste nella vita sono soddisfazioni”, confida al Corriere della Sera.

Nessun mea culpa, dunque, per aver violato le leggi dello Stato italiano e per aver aver portato con la forza una quarantina di immigrati clandestini nel nostro Paese. Tanto che lascia intendere di essere pronto a farlo un’altra volta.

“Non dormo e non mi lavo da una settimana – spiega al Corriere della Sera – ma adesso mi sento un uomo felice, perché abbiamo salvato 54 persone, le abbiamo aiutate a fuggire dall’inferno della Libia, anche queste nella vita sono soddisfazioni”.

Il resto dell’equipaggio, invece, la farà franca: almeno per il momento non risulta indagato, a differenza di quanto era trapelato ieri sera dal ministero dell’Interno.

www.ilgiornale.it

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Guardia costiera libica: “Le Ong favoriscono i trafficanti. E abbiamo il sospetto che ottengano ricompense dirette, oltre a quelle indirette, per ogni persona che fanno arrivare in Europa“

Guardia costiera libica: “Le Ong favoriscono i trafficanti”

Condividi