Milano: furto a casa di Pisapia, rubati preziosi per 300mila euro

Milano – furto di 300mila euro a casa dell’ex sindaco di Milano Giuliano Pisapia. Un bottino ingente, quello sottratto dai ladri – ancora ignoti – che nella notte tra sabato e domenica si sarebbero intrufolati nell’appartamento del politico in zona Tribunali, a Milano. Stando a quanto trapelato la casa era vuota e per questo il furto è stato notato solo al rientro dello stesso Pisapia e della moglie Cinzia Sasso.

Furto da 300mila euro a casa di Pisapia: forzata la cassaforte – Sembra che i malviventi siano riusciti a forzare una cassaforte presente all’interno della cabina armadio portando via gioielli e orologi preziosi. In tutto sarebbero stati sottratti beni per 300mila euro. Il sistema d’allarme non era inserito e per questo i ladri avrebbero agito indisturbati.

Repubblica riferisce inoltre di un altro tentativo di furto, avvenuto sempre a Milano, nell’abitazione di Dori Ghezzi, la moglie di Fabrizio De André. Un furto sventato da una vicina di casa che insospettita dai rumori ha chiamato i carabinieri mettendo in fuga i malviventi.

Topi d’appartamento: prima di Pisapia era toccato a Beppe Sala – Non è la prima volta che un sindaco (o ex sindaco) del capoluogo lombardo finisce nel mirino dei topi d’appartamento.

A maggio 2018 l’appartamento dell’attuale sindaco di Milano, Beppe Sala, venne infatti svaligiato mentre lui era al mare. Le ladre, poi arrestate, si erano introdotte nell’appartamento in zona Brera del primo cittadino, che si trovava in Liguria per il weekend. Le ladre avevano forzato la porta blindata con un piede di porco e si erano introdotte nell’abitazione, completamente messa a soqquadro. Da lì sarebbero scomparsi un Rolex d’epoca, una macchina fotografica e alcuni piccoli gioielli in oro.

www.today.it

Condividi