Forlì: coppia italiana ospita nordafricano, rissa furiosa in casa

“L’ospite è come il pesce: dopo tre giorni puzza” recita un vecchio proverbio e, a saperna qualcosa, è stata una coppia di italiani che, da qualche giorno, ospitava nella loro abitazione un nordafricano 38enne. Evidentemente la convivenza era diventata burrascosa tanto che, fra i tre, nella serata di venerdì è scoppiata una furiosa rissa. A dare l’allarme, verso le 22 con una telefonata alla Questura, è stata la padrona di casa, una 42enne, che chiedeva aiuto in quanto lo straniero stava picchiando il compagno di lei, un 46enne. Le Volanti della polizia di Stato si sono precipitate in via Porta Merlona e, davanti agli agenti, si è parata la scena di tre persone che si picchiavano furiosamente in mezzo alla strada. Non senza fatica, i contendenti sono stati divisi e, ad avere la peggio, è stato il 38enne che perdeva sangue dalla bocca a causa di un pugno che gli aveva fatto saltare un dente ed ecchimosi varie. Anche il 46enne era abbastanza malconcio mentre, la donna, presentava solo alcuni graffi.

Sul posto è stato chiesto l’intervento del 118, arrivato in via Porta Merlona con due ambulanze, coi sanitari che hanno portato al pronto soccorso i due uomini mentre, la signora, è stata accompagnata in Questura.

Negli uffici della polizia di Stato gli agenti hanno ricostruito quanto era successo. Secondo quanto emerso, la coppia da alcuni giorni stava ospitando il 38enne il quale, però, non avrebbe ricambiato l’ospitalità e tenuto una serie di comportamenti adeguati. I padroni di casa hanno così cercato di metterlo alla porta scatenando, però, la reazione del nordafricano. Tutti e tre i contendenti, tuttavia, sono noti alle forze dell’ordine per stupefacenti e, secondo il nordafricano, a scatenare la rissa sarebbe stata una discussione sulla spartizione della droga. Da una perquisizione dell’appartamento, messo a soqquadro durante la rissa nella quale lo straniero sarebbe stato colpito dalla donna con una sedia e una bottiglia, sono spuntati alcuni grammi di marijuana per uso personale.

Il bilancio del pronto soccorso ha visto il 38enne venire ricoverato con una prognosi di 30 giorni mentre, il 46enne, se l’è cavata con 7 giorni. Il nordafricano era stato già partecipe in passato di gravi episodi di violenza e, in particolare, alcuni anni fa restò vittima di un’aggressione con una bottiglia da parte di un connazionale, a seguito della quale rimase gravemente ferito sul selciato, in piazza Guido Da Montefeltro. Al momento i reati in contestazione per tutti sono la rissa aggravata e le lesioni aggravate; il nordafricano inoltre è stato anche indagato per violazione di domicilio aggravata.

www.forlitoday.it

Condividi