Calabria, il Pd commissaria se stesso

“Il Pd della Calabria doveva svolgere il proprio congresso entro dicembre, esattamente come tutte le altre federazioni in scadenza. Così non è avvenuto. Nell’ultima direzione avevamo consentito una proroga per 3 regioni tra cui la Calabria, concedendo di accorpare il congresso regionale a quello nazionale”. Lo afferma, in una nota, la Presidenza del Partito democratico.

“Già allora – prosegue – segnalammo che non aver rispettato la scadenza regolamentare di dicembre era una violazione grave e che non sarebbero state tollerate ulteriori irregolarità. Ciò nonostante nulla, nemmeno dopo quella proroga, è stato fatto dal Pd della Calabria per garantire lo svolgimento del congresso. La scelta di commissariare – spiega la presidenza del partito – è dunque l’unico strumento per garantire il rispetto delle regole e lo svolgimento del congresso. Questi i fatti. Il resto è legittima polemica politica alla quale la presidenza del partito non vuole e non può partecipare. Gli atti formali saranno completati nella serata”. (askanews)

Condividi