Claviere: immigrofili bruciano croce in legno, “Chez Jesus risorgerà”

TORINO, 1 GEN – Una quarantina di anarchici hanno manifestato la notte di Capodanno a Claviere, in alta Valle di Susa, contro le politiche sui migranti. Il corteo è stato aperto dallo striscione “La libertà non ha confini – La solidarietà non si sgombera”. Nel centro del paese è stata incendiata una piccola croce in legno, rovesciata, con la scritta “Chez Jesus risorgerà”.

Il riferimento è allo sgombero, il 10 ottobre, di un locale della parrocchia che era stato occupato a marzo e trasformato in un rifugio autogestito per migranti. Il 9 dicembre gli antagonisti si sono impadroniti di una casa cantoniera in disuso a Oulx, sulla statale 24, per un’iniziativa analoga. Ieri sera attivisti italiani e francesi del movimento ‘Briser les frontieres’ hanno tenuto un comizio a Claviere. A monitorare la situazione c’erano i carabinieri del nucleo informativo di Torino. (ANSA)

Commissione UE, banche e Soros finanziano i militanti pro-immigrati

Condividi