Rissa stazione di Rimini, tre maghrebini arrestati. Saranno espulsi

Gli uomini delle Volanti della Questura di Rimini hanno tratto in arresto tre cittadini stranieri responsabili di rissa aggrava nei pressi della stazione ferroviaria. Erano quasi le 22, quando infatti la Sala Operativa della Questura di Rimini, su segnalazione dei militari dell’operazione strade sicure impegnati quotidianamente la presso la stazione ferroviaria ha fatto convergere anche gli altri equipaggi delle Volanti impegnante nei servizi di controllo del territorio proprio presso la locale stazione dove era in corso una rissa che vedeva coinvolti tre cittadini stranieri. Lo comunica una nota della Polizia di Stato.

Prontamente intervenuti sul posto gli equipaggi delle Volanti hanno individuato i “protagonisti” della rissa, subito bloccati in sicurezza. I tre stranieri, due cittadini marocchini e un tunisino, già conosciuti alle forze di Polizia per pregiudizi specifici, irregolari sul territorio, tutti e tre in evidente stato di alterazione psicofisica dovuta ad un eccessivo consumo di bevande alcooliche, sprovvisti di regolari documenti di riconoscimento sono stati condotti presso gli uffici della Questura per le operazioni di identificazione e per gli ulteriori accertamenti,

Al termine delle operazioni, sono stati tratti in arresto per rissa aggravata e resistenza a pubblico ufficiale e associati presso il locale carcere. Nei loro confronti il locale Ufficio immigrazione ha adottato i provvedimenti di espulsione che saranno eseguiti all’atto della loro scarcerazione e previo nulla osta da parte dell’Autorità giudiziaria.

Condividi