Capo dell’Interpol indagato “per aver intascato tangenti”

PECHINO, 8 OTT – Meng Hongwei, dimessosi ieri dalla presidenza dell’Interpol, è ufficialmente indagato in Cina per aver “intascato tangenti” e per essere sospettato di “aver violato le leggi”. Lo annuncia una nota del ministero di Pubblica sicurezza di cui Meng era vice ministro dal 2004. ANSA

Condividi