La complotta contro la presidenta

di Francesco Storace

Un complotto? O una complotta? La stanno pedinando? La intercettano? Era la presidenta e ora è diventato un bersaglio al centro di manovre governative?

Le manie di persecuzione stanno provocando seri danni a sinistra se ieri Laura Boldrini si è messa a cannoneggiare la bufala di giornata, la fake news del momento, il diabolico piano orchestrato da Cinque stelle e Lega per farla odiare dalla gente.

Decisamente fuori di testa. Pari pari a Roberto Saviano, uguale ad Asia Argento, vittime di se stessi che se la prendono col mondo accanto.

Lei, Laura, è il caso più grave, perché ha avuto responsabilità pubbliche, da presidente della Camera, e quanta gente se ne è dovuta accorgere con la polizia dentro casa al primo post che non le andava a genio…

Signora Boldrini, le possiamo assicurare che lei ha fatto tutto da sola per farsi detestare dagli italiani, che non a caso le hanno rifilato un modesto risultato elettorale. Non deve fare la vittima, lei che con il suo compare gomorrista incitate ogni giorno la gente a odiare, insultare, denigrare Matteo Salvini, elevato a nemico numero uno di una sinistra agghiacciante per l’assenza di stile che la connota.

Siete voi quelli che odiano l’altro ma pretendete di fare la parte del bue che dice cornuto all’asino. Lei, onorevole Boldrini, è orrendamente partigiana nel senso che non sa che cosa vuol dire la parola equilibrio. Lo dimostra anche oggi, quotidianamente, con le sceneggiate di cui è protagonista. Ma che c’entra lei con le magliette rosse, su quale barcone è salita ad attraversare i mari… ? A che titolo si mette a scimmiottare le bocche tappate dagli inesistenti gas chimici della Siria? Ma non vi rendete conto, voialtri, di quanto consenso portate ai vostri avversari con le vostre ridicole pantomime?

No, non c’è alcun complotto, cara ex presidente della Camera dei Deputati, ma naturale antipatia popolare contro un soggetto politico privo di senso della realtà, che si permette di zoccoleggiare in Vaticano – memorabili quei sandali indossati davanti a Sua Santità manco fosse sulla spiaggia di Capalbio – ma che non dimentica di indossare una sottospecie di chador, una variante di velo, davanti agli islamici “che non possiamo offendere con le nostre usanze”. Desidera mazzi di fiori dalla nostra gente, deputata Boldrini?

Ma tutto questo sarebbe la tassa minore da pagare a tanta, quotidiana provocazione con cui abbiano dovuto convivere per cinque lunghissimi anni; quel che è peggio è stato ed è il messaggio politico di cui la signora si fa portatrice.

I migranti sono i suoi cocchi, i prediletti da difendere sempre anche quando si comportano da autentici criminali. Mai una parola di condanna di fronte ad autentiche bestie umane, a partire dai carnefici di Pamela Mastropietro. Ma davvero, signora Boldrini, lei pensa che siano necessari complotti per istigare all’odio contro di lei? È sufficiente la sua inutile azione, la sua perenne voglia di nemico.

È estate, si riposi, e si consulti con uno psicologo. Bravo, però.

https://www.facebook.com/Imola0ggi/videos/1921663417905842/

Condividi

 

bresup

Articoli recenti