Parigi: rabbia e proteste dei poliziotti “Cazeneuve dimettiti!”

 

In abiti civili e con una fascia al braccio con la scritta ‘police’, senza consegne sindacali, gli agenti di polizia francesi manifestano tutta la loro rabbia e insofferenza per le condizioni di lavoro in cui si trovano ad operare.

Da alcune notti decine di agenti partecipano a proteste notturne improvvisate a Parigi, nella periferia della capitale e in altre città francesi. Ieri notte, circa 500 di loro si sono ritrovati in piazza a chiedere le dimissioni del ministro degli Interni e del capo della polizia: “Cazeneuve dimettiti” “Falcone dimettiti”, gridavano, una protesta senza precedenti in Francia.

I vertici dei sindacati di polizia, sconfessati dalla base, sono riusciti oggi ad ottenere la promessa di un incontro con il presidente François Hollande “la prossima settimana”. Dopo la luna di miele seguita all’attentato contro Charlie Hebdo, i poliziotti francesi reclamano un sostegno di cui oggi si vedono privati: sul terreno, vogliono più mezzi e denunciano auto vetuste, carenza di effettivi, giubbotti antiproiettili antidiluviani. Per quel che riguarda i loro compiti, sottolineano la forte pressione cui sono sottoposti a causa degli attentati jihadisti, poi con l’organizzazione degli Europei 2016 e per le manifestazioni contro la riforma del lavoro. ( fonte afp)

PARIGI CITTA’ APOCALITTICA A CAUSA DELL’IMMIGRAZIONE

https://youtu.be/Ek1ENuEyWHE

Condividi

 

Seguici sul Canale Telegram https://t.me/imolaoggi
Seguici sul Social VK https://vk.com/imolaoggi