Mercatini abusivi di Rom e bengalesi, 5 tonnellate di merce sequestrata

 

Ostia e Acilia, mercatini illegali: rissa tra venditori abusivi

Continua la lotta al commercio illegale ad Ostia e Acilia. Questa volta gli agenti della Polizia Locale del X Gruppo Mare, coordinati dal comandante Antonio Di Maggio, sono intervenuti interrompendo i mercatini abusivi dei nomadi, di origine rom e di cittadini del Bangladesh.

LE ZONE CALDE – Da questa mattina è in atto una operazione a 360 gradi portata avanti dal personale della Municipale che ha visto come scenari i luoghi solitamente frequentati dai venditori abusivi. Le zone calde, ad Ostia, erano quelle note di viale della Vittoria, già teatro di mercati illegali, e viale Paolo Orlando. Ad Acilia, invece, nelle centrale piazza San Leonardo da Porto Maurizio.

MERCE SEQUESTRATA E DISTRUTTA – Nel corso di tali operazioni sono stati effettuati dieci sequestri amministrativi rispettivamente per un totale di 5 tonnellate di merce raccogliticcia e distrutta subito tramite triturazione dall’Ama e frutto di 4 interventi consecutivi. L’azione contro i venditori abusivi del Bangladesh ha visto invece il sequestro di 3000 pezzi di prodotti di elettronica ad Acilia.

LA RISSA – In uno dei blitz, inoltre, gli abusivi sono passati alle vie di fatto tra di loro scatenando una vera e propria rissa. I veditori di origine rom sono stati placati dagli agenti, per poi darsi alla fuga precipitosamente per le vie circostanti.

romatoday.it

Condividi