Erdogan: Le offese al profeta sono una “linea rossa” per il mondo islamico

Erdogan

 

Le ‘offese’ al profeta Maometto sono una “linea rossa” per il mondo islamico, ha avvertito il presidente turco Recep Tayip Erdoganm, citato oggi dalla stampa di Ankara. “Se assassinare chi disegna vignette è terrorismo, offendere i valori sacri della gente e provocarla è pure terrorismo”, ha affermato il presidente islamico turco, riferisce Sabah.

In un intervento davanti ad una conferenza parlamentare della Organizzazione della Cooperazione Islamica (Oci) a Istanbul Erdogan ha lanciato un appello all’unità del mondo islamico.

Secondo il presidente turco sarebbe in corso una “operazione” per cercare di dividerlo.(ANSAmed).

Condividi

 

bresup

Articoli recenti

3 thoughts on “Erdogan: Le offese al profeta sono una “linea rossa” per il mondo islamico

  1. Ha ragione da vendere , quale altra cultura non occidentale profana la religione di altre culture ?
    I francesi non sono proprio dei mansueti
    come ci hanno voluto far chedere.
    Il magreb e non solo stava molto bene anche senza loro.
    Ultima la Libia, bombardare uno stato è consentito a quali altri stati nel mondo a parte gli USA la Francia e il Regno Unito ?
    E se cominciassero Russi e Cina ?

    1. Il problema è che il “furbo ” erdogan non rivela che usa, francia e gb sono suoi alleati, quindi di cosa parla ? E’ solo un fondamentalista islamico pericoloso !

      1. Tra l’altro la turchia ha sostenuto gli “alleati” nella’aggressione alla Libia, nell’invasione dell’Iraq e sostiente gli sgozzatori islamisti anti Assad, le filippiche il caro erdogan le vada a fare al suo amico il califfo!

Comments are closed.