Corpo nel Po, è di un imprenditore suicida per debiti

disperazione 1PIACENZA, 23 FEB – Ci sono motivi economici gravi legati alla crisi alla base del gesto disperato che ha condotto alla morte l’imprenditore piacentino Renzo Rasparini, 61enne di Pontenure, il cui cadavere è stato ritrovato nel Po a Cremona venerdì.

L’uomo, titolare di una piccola azienda di impianti elettrici, era uscito da casa il 6 gennaio senza più fare rientro. Il 21 febbraio un pescatore ha notato il corpo. Le indagini dei carabinieri avevano già fatto emergere una forte situazione debitoria. ansa

Condividi