Temeva di perdere il posto, suicida lavoratore Astir

suicNAPOLI, 11 AGO – Saranno le indagini dei carabinieri ad accertare le reali motivazioni del suicidio di Angelo Evangelista Coppola, di 41 anni, che si è tolto la vita nella sua abitazione di Casola, in provincia di Napoli. Ma per i suoi colleghi dell’Astir, la società per le bonifiche ambientali della Campania dichiarata fallita, si tratta di ”un suicidio annunciato”.

”Da quasi due anni – si denuncia – si è passati dall’incertezza del lavoro alla cig in deroga ed ultimamente nemmeno più a quella”.

Condividi