UE: troppo alto il debito pubblico della Finlandia, vicino a soglia massima

Olli Rehn

19 dic – L’Unione europea ha invitato la Finlandia a tenere a freno la crescita del suo debito pubblico, che potrebbe raggiungere il 60 per cento del suo prodotto interno lordo nei prossimi cinque anni.

In un’intervista all’emittente YLE, il commissario Ue agli Affari economici e monetari, Olli Rehn, ha avvertito che ”il debito finlandese salira’ nel 2013 al 55% del Pil” e nel 2018 rischia di sfiorare ”il 60%”, la soglia massima concessa agli Stati membri.

Secondo Rehn ”sarebbe preferibile prevenire e prendere decisioni tempestive, piuttosto che ritrovarsi con la schiena contro il muro”.

Ad oggi Helsinki e’ l’unico paese della zona euro ad aver mantenuto la tripla A e un outlook stabile in relazione alle valutazioni delle tre principali agenzie internazionali di rating. asca

Condividi