Cassa integrazione sfonda quota 1 mld di ore, 520mila lavoratori coinvolti

15 dic. –  Più di un miliardo di ore di cassa integrazione da inizio anno a novembre; 520mila lavoratori coinvolti nei processi di cassa a zero ore; una decurtazione del reddito, al netto delle tasse, per oltre 3,8 miliardi, pari a circa 7.400 euro per ogni singolo lavoratore. Lo dice il rapporto Cgil di novembre sulla cig.

Un anno di “Governo Monti”: i dati piu’ eclatanti del disastro

Con 1.004 milioni di ore di cig in 11 mesi, l’11,80% in più dello scorso anno, e con un dato di novembre ancora una volta oltre i 100 milioni di ore registrate in un solo mese (+5,12% su mese e +27,48% su anno) il trend, dice ancora la Cgil, si avvicina al “catastrofico” dato del 2010 che si chiuse con poco più di 1,2 miliardi di ore di cassa integrazione autorizzate. Con quello passato, inoltre, si arriva al 47° mese di una lunga crisi ”che dovrà ancora a lungo dispiegare i suoi effetti negativi”, mentre si ripropone per la Cgil l’allarme sui fondi a disposizione per finanziare la cassa integrazione in deroga per il prossimo anno.

A livello geografico è sempre la Lombardia la regione che registra il ricorso più alto alla cassa integrazione con 222,583 mln di ore da inizio anno, pari a 115.929 lavoratori. Segue il Piemonte con 130,533 mln di ore di cig autorizzate per 67.986 lavoratori mentre terza regione è il Veneto con 92,390 mln di ore e 48.120 lavoratori. Per il centro prima regione è il Lazio con 79,796 mln di ore che coinvolgono 41.561 lavoratori mentre nel Mezzogiorno è la Puglia la regione dove si registra il maggiore ricorso alla cig con 58.981.449 ore per 30.720 lavoratori.

A livello di settori, invece, è sempre la meccanica quello in cui si riscontra il ricorso più alto allo strumento della cassa integrazione. Secondo il rapporto della Cgil, infatti, sul totale delle ore registrate da inizio anno a fine novembre, la meccanica pesa un terzo del totale delle ore di cassa registrate (323.360.677 pari a 168.417 lavoratori). Segue il commercio con 155.506.180 ore di cig autorizzate per 80.993 lavoratori coinvolti e l’edilizia con 99.108.501 ore e 51.619 persone. (Adnkronos)

Condividi